Iron Maiden – Seventh Son of a Seventh Son


in by

iron-seven

iron-seven

Seventh Son of a Seventh Son è un’album della band inglese Iron Maiden ed è uscito nel 1988.

Il lavoro è il primo ed unico (fin’ora) concept album della band inglese, che con Seventh Son of a Seventh Son raggiunse livelli di qualità altissimi, coniugando sapientemente testi mistici e visionari ad una musica epica ed  affascinante, influenzata da un certo rock progressivo ( influenza poi ripresa negli album seguiti alla reunion con Bruce Dickinson, vale a dire Brave new world , Dance of Death e A Matter of Life and Death.

Il lavoro è da molti considerato come la vetta qualitativa della carriera degli Iron Maiden, anche se all’epoca ricevette molte critiche da parte dei puristi dell’ Heavy Metal, a causa dell’utilizzo di chitarre synth, già introdotte nel precedente album Somewhere in Time.

Il disco schizzò in vetta alle classifiche inglesi, trainato dai singoli Can I Play with Madness , dotata di un coinvolgente ritornello e dalla splendida The Evil That Men Do.

Oltre ai citati singoli vale la pena citare Infinite Dreams, dall’ intro melodico e atmosferico, The Clairvoyant, splendida cavalcata in pieno stile Iron Maiden e ovviamente il capolavoro del disco, vale a dire Seventh Son of a Seventh Son.

Il brano infatti è uno dei più epici mai scritti dalla band inglese ed è caratterizzato da una strepitosa performance del cantante Bruce Dickinson, che in questa canzone raggiunge livelli davvero impensabili.

Chiude il disco (e la storia) l’ottima Only The Good Die Young che conclude Seventh Son of a Seventh Son, uno dei lavori più belli e affascinanti di tutta la carriera degli Iron Maiden.

Tracce

1. Moonchild (Smith/Dickinson) – 5:43
2. Infinite Dreams (Harris) – 6:11
3. Can I Play with Madness (Smith/Dickinson/Harris) – 3:35
4. The Evil That Men Do (Smith/Dickinson/Harris) – 4:37
5. Seventh Son of a Seventh Son (Harris) – 9:55
6. The Prophecy (Murray/Harris) – 5:07
7. The Clairvoyant (Harris) – 4:29
8. Only The Good Die Young (Harris/Dickinson) – 4:41

Formazione

* Bruce Dickinson – voce
* Dave Murray – chitarra
* Adrian Smith – chitarra, cori, sintetizzatore
* Steve Harris – basso, cori, guitar synth
* Nicko McBrain – batteria

Recensione album scritta da Simo


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *