Registrare la chitarra con il Pc


in Tutorial by

Rendere il nostro Pc uno studio di registrazione

chitarra-pcChe siate chitarristi talentuosi o novellini intenti ad imparare i primi accordi, molto spesso avrete la necessità di registrare i vostri esercizi, le vostre cover o le vostre composizioni.

Sappiamo tutti i pessimi risultati che può dare il nostro registratore di casa , che bene o male è lo strumento che tutti abbiamo a portata di mano.

La soluzione più efficace e piuttosto economica (a secondo dell’esigenze) è sotto i nostri occhi, ed è appunto il pc, che può essere utilizzato per registrare la nostra chitarra e  diventare un vero e proprio studio di registrazione.

Per poter registrare adeguatamente la nostra chitarra sul Pc  servono fondamentalmente una scheda audio adeguata, un software per registrare e mixare le nostre tracce, Plug-in per processare il segnale adeguatamente e (per registrazioni impegnative) un pc di ultima generazione.

I problemi delle schede audio integrate

La maggior parte delle schede audio integrate, nei portatili o nei Pc fissi, sono inadeguate per la registrazione dellla chitarra per vari motivi.

Molte di queste infatti, dispone di un ingresso microfono mini jack, il quale non può essere utilizzato per il collegamento di un mocrofono professionale, che solitamente richiede un connettore Xlr.

Sono infatti pessime le registrazioni effettuate con i normali microfoni (che magari usiamo per parlare su Skype) collegati al mini jack e anche la scelta di collegare il cavo della chitarra con un adattatore (da jack a mini-jack) è assolutamente sconsigliata, visto che oltre che per la pessima qualità audio, le normali schede danno seri problemi di latenza (problema che può essere in parte migliorato con driver appropriati vedi ASIO).

La scelta migliore è quindi di orientarsi verso schede audio mirate appositamente al nostro scopo.

Fondamentali caratteristiche della scheda audio

La principale caratteristica di una scheda audio, utile a registrare la chitarra sul nostro pc, è l’ingresso instrument (ad alta impedenza) con il quale si ha la possibilità di attaccare il jack del nostro strumento a corda (chitarra o basso che sia) direttamente nella scheda audio.

Sicuramente un’altra caratteristica che potrà tornarci utile è il connettore Xlr (connettore professionale a tre pin) che come già accennato, serve a poter collegare un microfono di qualità professionale alla nostra scheda. Notare che alcuni microfoni richiedono un’ alimentazione phantom, che deve essere fornita dall’ interfaccia ( e non tutte ne sono provviste).
Il consiglio è quello di acquistare una scheda esterna da collegare al nostro pc tramite cavo usb o firewire (la scheda generalmente può convivere tranquillamente con quella integrata nel computer).

é inoltre utile considerare la quantità di ingressi che utilizzeremo, visto che alcune schede offrono la possibilità di registrare più strumenti contemporaneamente (avendo quindi più entrate instrument ) e lo stesso vale per il numero di connettori Xlr disponibili. Ovviamente un numero maggiore di collegamenti influiranno notevolmente sul prezzo dell’interfaccia, occorre quindi valutarne l’utilizzo che ne faremo.

Adesso vediamo due modi per effettuare la registrazione: con il microfono o inserendo direttamente il jack.

La registrazione con il microfono

La registrazione con il microfono può essere utile nel caso si voglia registrare il suono uscito direttamente dall’amplificatore, (e cioè piazzando il microfono proprio davanti al cono dell’ampli)  oppure se la nostra chitarra acustica non è provvista di un uscita jack.

Questo tipo di registrazione richiede però un ambiente adeguato (creano seri problemi stanze inadatte o con troppo riverbero ), competenze maggiori e volumi che non sono sostenibili nella maggior parte degli appartamenti (se avete un valvolare sapete di cosa parlo).

Ovviamente se l’interfaccia possiede un connettore Xlr potrà tornarci utile anche per registrare la nostra voce o i suoni provenienti dall’esterno.

Registrazione diretta con cavo jack

Se si vogliono evitare problemi dovuti alla microfonazione, collegare il jack della chitarra direttamente alla scheda audio è ovviamente la soluzione più pratica e veloce, e da la possibilità di suonare comodamente anche in cuffia nel cuore della notte.

Probabilmente non si raggiungeranno risultati altamente professionali, ma si riesce spesso ad ottenere lavori soddisfacenti.

Come già accennato per usufruire di tale tecnica la nostra scheda audio deve essere dotata di un ingresso instrument ad alta impedenza (impedenza tipica degli strumenti a corda) e ovviamente la nostra registrazione deve essere implementata da alcuni plug-in per trattare il segnale  (alcuni amplificatori sono dotati di un uscita dedicata ).

Plug-in ed effetti

I plug-in servono a processare il suono del nostro strumento, e a modificare e migliorare le registrazioni.

Molti di questi plug-in riproducono i suoni di amplificatori e degli effetti più conosciuti, alcune volte in modo davvero vicino all’originale (anche se il vero suono di un valvolare è probabilmente ancora lontano)

Ne esistono anche di gratuiti, ma ovviamente per risultati superiori ci dovremmo affidare a produzioni commerciali come (per esempio) Amplitube, Guitar Ring o PodFarm.

Daw: software per la registrazione

Adesso abbiamo la nostra scheda audio, l’amplificatore e gli effetti (virtuali o fisici che siano) ci manca solo un software adeguato alla registrazione e al mix delle nostre tracce.

Possiamo utilizzarne sia di gratuiti ( vedi Audacity ) sia di commerciali, che ovviamente sono dotati di maggiori funzioni, effetti integrati, possibilità di gestire più tracce, opzioni avanzate di mix e la possibilità di creare e gestire le tracce midi.

Per farsi un’idea dei software disponibili sul mercato leggi l’articolo programmi per fare musica.

Il Pc per la musica

Se il vostro intento è registrare una o due tracce senza utilizzare programmi impegnativi, allora potete utilizzare anche un pc non particolarmente potente e poco prestante.

Ma se il vostro obbiettivo è effettuare registrazioni multitraccia e processare il segnale con numerosi plug-in, allora il vostro computer dovrà essere dotato di un adeguato processore e Ram a volontà, visto che l’utiizzo dei suddetti plug-in richiede un grosso lavoro elaborativo.

Conclusioni

Per ottenere ottimi risultati occorre quindi una buona scheda audio, un buon numero di plug-in o di un buon microfono (a seconda della tecnica di registrazione utilizzata) saper gestire e conoscere uno dei tanti software di registrazione disponibili in commercio e se il vostro budget lo permette anche l’acquisto di monitor e cuffie di qualità (comunque non meno importanti).

Ovviamente la qualità dei risultati ottenuti sarà direttamente proporzionale alle vostre capacità e alla disponibilità economica.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *