Pantera – Far Beyond Driven


in by

Recensione

L'album Far Beyond Driven  dei texani Pantera, uscito nel 1994, è da considerarsi una delle vette massime di un certo tipo di metal violento e sanguigno.

Uscito dopo il massiccio Vulgar Display Of Power, l'album, è la dimostrazione di come la band ha saputo evolvere il proprio sound verso territtori ancora più pesanti e brutali rispetto al precedente disco.

Ricordo intanto che grazie ai Pantera il metal è tornato a rivivere dopo la pesante crisi passata a causa dell'avvento del Grunge, genere che aveva annebbiato gra parte della scena hard/metal.

 

é certo innegabile che la qualità di album come Cowboys from hell, Vulgar Display Of Power e questo Far Beyond Driven siano stati una manna dal cielo per tutta la scena metal, che dopo la crisi di inizio anni 90, tornò a splendere e ad essere sulla cresta dell'onda.

Far Beyond Driven ha avuto (assieme al precedente  Vulgar Display Of Power) il compito di risvegliare un genere che sembrava avesse ormai poco da dire ( vedi la crisi dei gruppi Thrash metal di quegl'anni) e lo fa in maniera violenta e tutto sommato originale.

A distanza di anni il lavoro non risente minimamente del passare del tempo e i brani rimangono splendidi capolavori di metal devoto alla rabbia.

Ne sono un esempio la traccia d'apertura Strength Beyond Strength, che alterna parti furiose a pesantissimi rallentamenti.

Da antologia il trittico Becoming, 5 Minutes Alone e I'm Broken, brani che si muovono su tempi medi, grandissimi riff di chitarra del mai troppo compianto Dimebag Darrell (rip)  e le linee vocali aggressive e gutturali del vocalist Phil Anselmo.

Il lavoro non ha cadute di tensione per tutta la sua intera durata e vale la pena citare la pesantissima Slaughtered e la furiosa Use My Third Arm .

La stupenda Planet Caravn (cover dei padri Black Sabbath) si muove su toni pacati e melodici e chiude questo Far Beyond Driven  un disco che non possiamo che definire un capolavoro senza tempo.

 

 

Tracce

   1. Strength Beyond Strength – 3:39
   2. Becoming – 3:05
   3. 5 Minutes Alone – 5:50
   4. I'm Broken – 4:25
   5. Good Friends and a Bottle of Pills – 2:54
   6. Hard Lines, Sunken Cheeks – 7:01
   7. Slaughtered – 3:57
   8. 25 Years – 6:06
   9. Shedding Skin – 5:37
  10. Use My Third Arm – 4:52
  11. Throes of Rejection – 5:01
  12. Planet Caravan – 4:04
  13. The Badge (Bonus Track) – 2:59

 

Formazione

    * Phil Anselmo (Philip Hansen Anselmo) – Voce
    * Dimebag Darrell (Darrel Lance Abbott) – Chitarra
    * Vinnie Paul (Vincent Paul Abbott) – Batteria
    * Rex Brown (chiamato Rexx Rocker) – Basso


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *